Oggetto

Una Poesia

Annuncio

Cade
Questo inchiostro virtuale
su di un foglio fatto della
medesima materia, freddo.
Come lo schermo che viene
sfiorato più di un volto di una
persona, ci siamo forse persi?
Eppure ci ritroviamo.
Qui.
Nei meandri di un ritrovo di
pensieri e di ricerche.
Tu cosa cerchi?
Vuoi sapere cosa cerco(?)
Ma poi cosa importa...
Siamo distanti, amici di penna.
Rapidi scrittori,
lenti sognatori
Fugaci lettori..
Basta.
Se chiudi una lettera
hai chiuso la mente.
Se smetti di pensare
Hai smesso di sognare.
Prenditi cura di te.
Poi non farlo.
Scrivi, e poi abbandona
La penna e la china.
Piega la testa, si china.
Stanchezza. Riposo.
Invia?

Invia.
Attesa.
Non sorrido.
banner_panoramica1.gif

Contatti

Registrati o effettua l'accesso per rispondere al messaggio.
nopic

Commenti  

-4 # Graziesteppenwolf 2021-10-06 23:21
"Io ti ringrazio sconosciuta compagnia
Non so nemmeno chi è stato a darmi un fiore
Ma so che sento più caldo il mio cuor..."
Purtroppo debbo utilizzare parole prese a prestito da parolieri famosi.
Comunque io TI AMO e MI SENTO AMATO per quello che hai scritto. Purtroppo nella nostra lingua c'è solo un verbo per diversi sentimenti. I greci antichi avrebbero chiamato quello che provo per te "philia", mentre quello che tu hai dimostrato donando questa poesia alla community è la agape.
Grazie
0 # Ciao, non capisco cosa intendiMoroDelNord 2021-10-10 00:09
Ciao, agape ha un po' di sfaccettature, tu come lo intendi? Quindi ti è piaciuta la poesia da me improvvisata!?