Oggetto

Una Poesia (#2°)

Annuncio

0:,35
E così è già la notte.
Gli occhi cercano ciò che non possono vedere. Si stancano ma resistono, è sinestetico il voler sentire meno una stanchezza ma resiste la voglia di un cambiamento, eppure il riposo è un benessere fisiologico necessario, e Morfeo con la sua Lira in lontananza ha già cominciato la sua nenia, sospira dalle narici mentre note sfumate da polpastrelli invadono una atmosfera che già annuncia una dimensione onirica.
E se stessimo già tutti sognando?
Forse ci dobbiamo svegliare?
Ma se così non fosse che percorso devo seguire?
Mentre il pensiero si districa nelle ipotesi, si vede già il lento scorrere del tempo influire sul corpo, la leggerezza e la pesantezza si mischiano in una danza d'amore astratta ma nel medesimo tempo concreta, e pervade in un attimo la consapevolezza.
È ora.
Ma se non volessi?
Svegliarmi?
O forse era abbandonarmi?
Al sonno?
Al sogno?
Che cosa era?
Nel dubbio lascio che accada.
Il presente imminente mi darà le risposte.
Respiro.
Sono io che respiro?
Mi ricordo di farlo o lo faccio e basta?
Intanto la nenia non passa.
La immagino o la sento?
MORFEO NON TI SENTO!
UN canto, un suono.
Dormo.
Risuono.
Nel silenzio.
Respiro.
Allora dormo.
Respiro.

Mattino.
Risveglio.
Incubo?
Ma il sogno?
Ma io... Sogno?

Buonanotte
O forse...
Buongiorno?.
banner_panoramica1.gif

Contatti

Registrati o effettua l'accesso per rispondere al messaggio.
nopic

Commenti  

0 # sinesteticoaldo.b.1969 2021-10-13 06:31
sinestesia leggo che è percepire uno stimolo visivo in seguito a un rumore, ossia una sorta di disallineamento tra causa e effetto.
qua lo stimolo, la causa, è il desiderio di riposo? mentre l'effetto è il persistere a guardare?
0 # SpiegoMoroDelNord 2021-10-24 13:05
Il termine sinestesia é inteso anche quando una cosa astratta é visibile, un po' come vedere nell'aria il "colore" della scia di un profumo, o come nella serie TV Heroes poter osservare la musica uscire da uno strumento sottoforma di "frusta" emotiva che ti richiama. É a quel modo che mi ispiravo per la poesia. Una sensazione.... Una licenza poetica. É sinestesia "vedere un suono", "ascoltare un gusto", "sentire il profumo di una parola".