Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
In questa categoria puoi scrivermi per qualsiasi cosa inerente ad Amici di Penna: problemi con il sito, segnalazione di utenti, correzioni, suggerimenti, idee, etc. :!:

ARGOMENTO: Il club degli "anta"

Il club degli "anta" 21 Ore 8 Minuti fa #6653

  • Donald003
  • Avatar di Donald003
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 18
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
A.A. ha scritto:
ANTO63 ha scritto:
hai ragione, ma la stanchezza mentale a volte è tanta, che non hai molta voglia di fare
Era rivolto al mio post il suo post ? Comunque avrei qualcosa da dire sulla "stanchezza mentale"...non credo che una persona che non fa mai due passi possa avere la stessa resistenza fisica di un maratoneta che vince alle Olimpiadi. Come mai, a età uguale, il primo è già stanco dopo pochi metri e l'altro resiste invece tranquillamente per 40 km ? Certo, ci può essere una struttura fisica di base che può essere diversa ma nessuno, mai, può minimamente sperare di vincere una maratona se non si allena moltissimo. Per la mente è la stessa, identica cosa, con l'enorme vantaggio che la resistenza non peggiora con gli anni, come invece accade col corpo, ma può, invece, ulteriormente aumentare. Il cervello bisogna usarlo, e molto, per acquisire resistenza ed è ovvio che se non si è usato molto il cervello e si inizia, ad un certo punto, ad usarlo si avrà come risultato il dolore, esattamente come accade con un muscolo rimasto troppo tempo inutilizzato.
Credo che ANTO63 si riferisse a stanchezza mentale dovuta tipo ad un lavoro stressante che spesso ti fa tornare a casa la sera stanco e svuotato e quindi con il solo desiderio di non pensare più a nulla, la mente è giusto allenarla ma come ogni allenamento deve essere praticato in maniera corretta se si vuole ottenere dei risultati, perlomeno io la vedo così.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 20 Ore 16 Minuti fa #6657

  • Sweet_Moonlight
  • Avatar di Sweet_Moonlight
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 118
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 2
Donald003 ha scritto:
AS ha scritto:
Donald003 ha scritto:
E si concordo pienamente, trovare quattro canzoni veramente belle negli ultimi due decenni di festival diventa già un'impresa ardua, anche io non ricordavo il pezzo di Arisa carino anche se nella storia della musica italiana esiste già un pezzo storico con lo stesso titolo "Ma l'amore no" cantato anche da Mina, il pezzo del 1993 di Vandelli & Company era sfuggito pure a me, ma negli anni '90 qualcosa dal cilindro si riusciva ancora a tirar fuori.

Questo pezzo di Mina mi dice ben poco, a differenza dei seguenti due:
Nicky Nicolai - Che mistero è l'amore (Festival di Sanremo 2005)
Mina - Se telefonando

"Ma l'amore no" cantato da Mina è solo una delle sue svariate interpretazioni, la canzone credo sia stata composta nel 1943 e portata originalmente al successo da Gigliola Cinquetti, "Se telefonando" per me è uno dei pezzi più belli della discografia di Mina anche se non mi dispiace la versione più moderna rifatta dai Delta V nel 1998

"Se telefonando" è anche per me una delle canzoni che preferisco, sono sempre stata una fan di Mina più anni addietro che adesso. Altre canzoni che amo riascoltare sono quelle di Lucio Battisti,e sono talmente tante quelle che amo anche se la mia scelta al momento ricade su "Io vorrei... Non vorrei... Ma se vuoi
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 17 Ore 29 Minuti fa #6658

  • A.A.
  • Avatar di A.A.
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 14
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Donald003 ha scritto:
Credo che ANTO63 si riferisse a stanchezza mentale dovuta tipo ad un lavoro stressante che spesso ti fa tornare a casa la sera stanco e svuotato e quindi con il solo desiderio di non pensare più a nulla, la mente è giusto allenarla ma come ogni allenamento deve essere praticato in maniera corretta se si vuole ottenere dei risultati, perlomeno io la vedo così.

Come ho già detto non ho neanche capito se il post di ANTO63 era riferito a ciò che io avevo scritto in precedenza, sicuramente, comunque, lei ha assolutamente ragione per quanto riguarda il tipo e genere di "stanchezza mentale" causata da un lavoro stressante, io però, in questo caso, parlerei di stress e basta, è diverso, credo sia opportuno non confondere una "stanchezza mentale" che, sostanzialmente, è solo pigrizia con lo stress o con la depressione che sono invece ben altre cose. In ogni caso non stavamo assolutamente parlando di lavoro stressante ma dell'oziare, quindi dell'esatto contrario e io sostenevo che si può oziare in modi diversi, ho, consequenzialmente, interpretato il post di ANTO63 come un rifiuto dell'oziare "all'antica" per "stanchezza mentale", un tipo e genere di "stanchezza mentale" che, secondo me, è invece opportuno combattere. Sicuramente, poi, lei ha anche ragione quando scrive che "l'allenamento" deve essere corretto però non condivido più se una indefinita correttezza diventa solo l'alibi per abbrutirsi mentalmente nell'ozio. Sperare infatti di ottenere qualcosa senza fare nessuno sforzo è impossibile, chi si allena correttamente può anche sputare sangue per ottenere un risultato e, comunque, l'importante non è vincere la maratona ma muoversi. Il nulla, in ogni caso, secondo me, non fa per niente bene al cervello.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 8 Ore 11 Minuti fa #6659

  • manu_I_am
  • Avatar di manu_I_am
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 33
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 3
Condivido quello che dici A.A. La pigrizia è quasi sempre il vero limite. Parlo di me, ovviamente, ma sono quasi certa che vale un po' per tutti, salvo rare eccezioni... È più facile trovare scuse per darci un alibi per "non aver fatto" (e questo vale sia per l'allenamento fisico che mentale) ma la cosa peggiore è la "disonestà intellettuale" che ci porta anche a lamentarci per i risultati che non riusciamo ad ottenere! E la situazione si aggrava quando si attiva la parte più ipocrita di noi che ci porta, non solo a negare il poco impegno, ma anche a dire (mentendo, sapendo di mentire!) che certe cose sono impossibili, almeno per noi, perché per mille motivi non possiamo realizzarle...
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 7 Ore 28 Minuti fa #6660

  • ANTO63
  • Avatar di ANTO63
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: -1
Mi sembra una buona idea
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 6 Ore 32 Minuti fa #6663

  • Donald003
  • Avatar di Donald003
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 18
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Sweet_Moonlight ha scritto:
Donald003 ha scritto:

"Se telefonando" è anche per me una delle canzoni che preferisco, sono sempre stata una fan di Mina più anni addietro che adesso. Altre canzoni che amo riascoltare sono quelle di Lucio Battisti,e sono talmente tante quelle che amo anche se la mia scelta al momento ricade su "Io vorrei... Non vorrei... Ma se vuoi

E sì ottima scelta Sweet_Moonligh io di Battisti amo sopratutto i pezzi lenti ed introspettivi proprio come "Io vorrei... Non vorrei... Ma se vuoi" o come "Emozioni" uno di quei brani che avrò sentito centinaia di volte ma che trovo sempre emozionante riascoltare.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 6 Ore 24 Minuti fa #6664

  • Donald003
  • Avatar di Donald003
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 18
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
A.A. ha scritto:
Donald003 ha scritto:


Come ho già detto non ho neanche capito se il post di ANTO63 era riferito a ciò che io avevo scritto in precedenza, sicuramente, comunque, lei ha assolutamente ragione per quanto riguarda il tipo e genere di "stanchezza mentale" causata da un lavoro stressante, io però, in questo caso, parlerei di stress e basta, è diverso, credo sia opportuno non confondere una "stanchezza mentale" che, sostanzialmente, è solo pigrizia con lo stress o con la depressione che sono invece ben altre cose. In ogni caso non stavamo assolutamente parlando di lavoro stressante ma dell'oziare, quindi dell'esatto contrario e io sostenevo che si può oziare in modi diversi, ho, consequenzialmente, interpretato il post di ANTO63 come un rifiuto dell'oziare "all'antica" per "stanchezza mentale", un tipo e genere di "stanchezza mentale" che, secondo me, è invece opportuno combattere. Sicuramente, poi, lei ha anche ragione quando scrive che "l'allenamento" deve essere corretto però non condivido più se una indefinita correttezza diventa solo l'alibi per abbrutirsi mentalmente nell'ozio. Sperare infatti di ottenere qualcosa senza fare nessuno sforzo è impossibile, chi si allena correttamente può anche sputare sangue per ottenere un risultato e, comunque, l'importante non è vincere la maratona ma muoversi. Il nulla, in ogni caso, secondo me, non fa per niente bene al cervello.

A.S. in realtà stiamo dicendo la stessa cosa chiamandola solo in modo diverso, io intendevo dire che esiste una stanchezza mentale non voluta causata tipo dal lavoro stressante, lei invece la chiama direttamente "Stress da lavoro" ma in realtà concordo con il suo ragionamento, spegnere il cervello solo per non fare la fatica di pensare è sicuramente poco utile per non dire dannoso.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Il club degli "anta" 5 Ore 11 Minuti fa #6665

  • A.A.
  • Avatar di A.A.
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 14
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
manu_I_am ha scritto:
Condivido quello che dici A.A. La pigrizia è quasi sempre il vero limite. Parlo di me, ovviamente, ma sono quasi certa che vale un po' per tutti, salvo rare eccezioni... È più facile trovare scuse per darci un alibi per "non aver fatto" (e questo vale sia per l'allenamento fisico che mentale) ma la cosa peggiore è la "disonestà intellettuale" che ci porta anche a lamentarci per i risultati che non riusciamo ad ottenere! E la situazione si aggrava quando si attiva la parte più ipocrita di noi che ci porta, non solo a negare il poco impegno, ma anche a dire (mentendo, sapendo di mentire!) che certe cose sono impossibili, almeno per noi, perché per mille motivi non possiamo realizzarle...

Lei ha perfettamente centrato il problema, io non ho voluto essere brutale nei miei post precedenti ma, a questo punto, è opportuno chiamare le cose con il loro vero nome...la "stanchezza mentale" non esiste, esiste solo la pigrizia e la disonestà intellettiva che costruisce alibi per sostenere e giustificare questa pigrizia e questo abbrutimento mentale.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.
Moderatori: max
Tempo creazione pagina: 0.251 secondi
Powered by Forum Kunena