Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Riflessioni e racconti di vita: intensi, gioiosi, tristi, allegri.

ARGOMENTO: Omaggio all' SSN (servizio sanitario nazionale)

Omaggio all' SSN (servizio sanitario nazionale) 7 Mesi 2 Settimane fa #6766

  • babbocorso
  • Avatar di babbocorso
Poi, dopo, apriamo pure la valvola delle sacrosante carenze, esperienze negative, sprechi e quant'altro alberga all'interno del maggiore centro di spesa della Repubblica Italiana -nell'elenco delle disfunzioni mancano sicuramente clientelismi, baronie, prossimità mafiose ecc. se a qualcuno viene in mente altro, aggiunga pure-.
Ora però vorrei raccontare la mia esperienza; sicuramente una realtà che non andrebbe sminuita. Conosco, al volo senza nemmeno pensarci, almeno 5 realtà statuali nelle quali quanto offerto a me non sarebbe stato possibile. Tutt'e cinque certamente non stati del terzo mondo ma società ricche e potenti. Veniamo al dunque -vado spedito per non tediare troppo-
Dopo una serie di controlli ospedalieri decido per l'operazione/sostituzione all'articolazione Coxo-femorale della gamba sx. Operazione di routine e tra i più frequenti interventi su persone della mia età. Ricovero in ospedale (un contrattempo quasi comico interrompe e riattiva il ricovero), analisi e controlli puntuali e specifici per essere certi che nulla ostava all'anestesia, per altro epidurale e non totale (proposta ma da me rifiutata), e intervento chirurgico. Alla fine -dopo teatrino di cui sopra- intervento chirurgico. Preparazione, sosta in pre-sala operatoria (sembrava di essere nel parcheggio taxi di una grande stazione; quando tocca a me eravamo in sette, barellati e in discussione "tu cosa devi fare; io la coxo-femorale, io il ginocchio, io tutte e due le anche ecc"), rullo trasportatore -vero e proprio- per passaggio alla sala sterile. Operazione dopo anestesia -due minuti di chiacchiere per attivare l'anestesia- Durante l'operazione, si affaccia uno della squadra che mi chiede come va? e io rispondo che loro non erano dei chirurghi ma dei manovale carpentieri visto che sentivo -con le orecchie, l'anestesia era perfettamente riuscita e fisicamente non sentivo nulla- battere come un muratore batte, con mazzetta e scalpello, per fare una scanalatura sul muro. Lui, sorridendo, dice "allora andiamo bene!" e scompare dietro al telo verde per riprendere il suo intervento edile. Ritorno in reparto per due gg di controllo per accertarsi che nulla accadeva se non il normale decorso postoperatorio. Successivo trasferimento in autoambulanza al Borsalino (centro specializzato per il recupero fisiatrico postoperatorio). Soggiorno (vero e proprio soggiorno come fosse un albergo a quattro stelle) di tre prime settimane, con fisioterapia di due ore alla mattina e due ore al pomeriggio per cinque gg alla settimana. Camere a due letti, menù variato giorno per giorno con scelta tra differenti proposte alimentari, televisione, locali comuni per lettura, 4chiacchiere, partite a carte, grande parco a disposizione. Previsti, a giudizio medico, rientri a casa al Sabato e Domenica dalle 9 alle 18/9. Su mia espressa richiesta, considerando che a casa mai avrei potuto profittare di una tale assistenza fisiatrica giornaliera, prolungamento di altri dieci gg di degenza ed infine dismissione con festicciola di saluto (considerato che ogni qualvolta qualcuno veniva dismesso si ripeteva il rito, era festa quasi tutti i gg).
A casa, a bocce ferme, completamente riabilitato mi ingegnai a considerare i vari aspetti di quanto sopra dal punto di vista economico e conclusi che questa mia esperienza era costata almeno 500.000€. Il mio medico di famiglia, amico fin dall'infanzia, a mia espressa richiesta di una sua valutazione mi disse "...molto di più, se consideri tutto. Dall'inizio, analisi, radiografie, TAC, controlli ecc ecc; molto di più!" Ebbene io non ho tirato fuori una sola lira e -se ho speso qualcosa è stato per i cannoli siciliani del mio amico gelataio Giuseppe, di Voghera, per la festa di commiato- senza nemmeno dover dire grazie se non per educazione.
Questo è quanto...e non è poco! Forse dovremmo pensarci di più!
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.

Omaggio all' SSN (servizio sanitario nazionale) 7 Mesi 2 Settimane fa #6808

  • babbocorso
  • Avatar di babbocorso
Mi autorispondo facendomi autonotare un errore di sbaglio.
È vero che gli zero non contano; ma dopo la virgola e come numeri ultimi (,003 conta ,300 non conta) ma prima della virgola fanno la differenza.
Non era 500.000 ma 50.000
Mi cospargo il capo di cenere e scuso.
Registrati o effettua l'accesso per rispondere o scrivere nel forum.
Moderatori: max
Tempo creazione pagina: 0.405 secondi
Powered by Forum Kunena